FRANCO CILIA

Nasce in Sicilia, a Ragusa. La sua ricerca fin dagli anni ‘60 ha affrontato la tematica della frantumazione dell’Io e del rapporto dell’uomo con il suo doppio, cercando ciò che si muove dietro il visibile nel tratto immaginativo di Turner. Successivamente, negli anni ‘70, i suoi interessi si sono polarizzati sulla ricerca intorno alle pitture nere di Goya e ai suoi rapporti con i labirinti della psiche, esplorando sul piano linguistico le possibilità di simbiosi tra informale e figurativo. Negli stessi anni sviluppa i suoi interessi per la scultura, svelando il mistero antropomorfo delle pietre della terra iblea, come espressione profonda e sotterranea dell’anima siciliana. Gli anni ‘80 si sono caratterizzati con il ciclo della “trasfigurazione allusiva”, che ha trovato consensi nei vari punti attivi della vita artistica internazionale, passando da Madrid a Parigi, da Lisbona a Copenaghen, da Istanbul a São Paulo del Brasile a Città del Messico, da Campinas a Brasilia, per chiudersi a Oporto, Colonia e Weimar, con il ciclo di opere centrate sulla sua stessa morte, “Cilia ist Tot”. Dal 1992 la sua ricerca formale si è indirizzata sia alla risoluzione della figura in elementi cromatici e dinamici del divenire sociale (cfr. il ciclo Nuovi Confini d’Europa), che di quello cosmico (cfr. Il ciclo dell’Apocalisse) e di quello psichico (cfr. il confronto con Fortunato Pasqualino negli “Orecchini di Platone smarriti durante la danza del filosofo” e con Gianni Baget Bozzo e Totò Stella a proposito di “Via S. Vito 44”), interpretando, su traccia di Federico Zeri e Mario Luzi, il ciclo di opere che vedono protagonista il cielo e i suoi dinamismi di luce, fino alla dissolvenza delle forme e al prevalere del colore puro in una “full immersion” nella luce, che trova la chiave di lettura nel momento culminante del platonico mito della caverna. L’uso contemporaneo di diversi registri evidenzia una inquietudine di ricerca che impedisce la fissazione della sua pittura in moduli ripetitivi, in forte e ideologico contrasto con l’arte come decorazione o puro sperimentalismo e lungo il tema di fondo di un’arte intesa come strumento di conoscenza. Ha scritto e realizzato, tra l’altro, con la sua regia, il dramma “E’ ancora Natale?”, a Chiaramonte Gulfi, nella settecentesca chiesa di S. Giuseppe, e a Clermont de L’Oise, nella cattedrale di Saint Samson; come narrativa, ha pubblicato tra l’altro “Innocenza” (Cultura Duemila Editore, 1995), “Oltremare” (Libroitaliano, 1997), “Ritratto post-mortem” (Zangara Editrice, 1999).
Sue opere sono presenti in Musei e collezioni private, fra cui: “Museo d’Arte” di São Paulo “Masp”, Brasile; Robert Morton, designer Vogue, New York; Marisa De Re Gallery, New York; Sala Europa, Direzione Generale Scambi Culturali P.I., Roma; Cattedrale Saint Samson, Clermont de L’Oise, Francia; Giardini di Piazzale Lepanto, Siracusa; Museo all’aperto di Castagno di Piteccio, Pistoia; Museo Nazionale, Dubrovinjk, Croazia; Josè Maria Pasqual, Collezione privata, Parigi; Carlo Digrandi, Milano; Museo dantesco Fortunato Bellonzi, Torre de’ Passeri, Pescara, Pinacoteca Comunale Sulmona.

PERSONALI SINTESI

Ragusa, La Ruota, 1970
Firenze, La Ghibellina, 1973
Ragusa, Palazzo della Provincia, 1974
Palermo, Modern Art Center, 1975
Ragusa, Ponte 2, 1975
Catania, New Gallery, 1976
Siracusa, Tempio jonico, 1976
Sampieri, Le Sabbie d’Oro, 1977
Comiso, Centri Servizi Culturali, 1977
Firenze, Galleria Pananti, 1978
Paris, Chambre de Commerce Italienne, 1979
Catania, Galleria Cavallotto, 1979
Ispica, Palazzo Bruno, 1980
Madrid, Centro Cultural de la Villa, 1980
Siracusa, Cripta del Collegio, 1980
Milano, Galleria Schettini, 1981
Brescia, Galleria San Michele, 1981
Bergamo, Galleria Modì, 1981
Scicli, Palazzo Busacca e Biblioteca Civica, 1981
Siracusa, Palazzo Vermexio, 1981
Modica, Palazzo dei Mercedari, 1982
Brescia, Galleria San Michele, 1983
Napoli, Istituto Cultural Espanol de Santiago, 1983
Ragusa, Palazzo di Città, 1983
Istanbul, Mimar Sinan Universitesi, 1983
Erzurum, Muzisi ve Galerisi, 1983
Clermont de l’Oise, Hotel de la Ville, 1984
Saint Just en Chassée, Hotel de la Ville, 1984
Vittoria, Teatro Comunale, 1984
Brescia, Galleria San Michele, 1984
Roma, Centro Islamico Culturale d’Italia, 1984
Città del Messico, Museo nacional de Bellas Artes, 1985
Chiaramonte Gulfi, Pinacoteca Comunale, 1985
São Paulo, Parque Anhembi, 1986
Brescia, Galleria San Michele, 1987
São Paulo, Museu de Art Assis Chateubriand, 1987
Campinas, Museo de Art José Pancetti, 1987
Brasilia, Auditorio dell’Ambasciata d’Italia, Palazzo Nervi, 1987
Buenos Aires, Museo del Correo Central, 1987
Mar del Plata, Hotel Provincial, 1988
Copenaghen, Istituto italiano di Cultura, 1988
Vittoria, Il Cavalletto, 1989
Oporto, Museu Casa de Hugo, 1989
Lisbona, Forum Picoas, 1989
Noto, Palazzo di Villadorata, 1989
Modica, Palazzo Polara, 1989
Ragusa, Saloni di Rappresentanza Prefettura, 1990
Vittoria, Teatro Comunale, 1990
Ragusa, Museo Diocesiano, 1991
Clermont, Hotel de la Ville, 1991
Könl, Galerie Apicella, 1991
Roma, Palazzo dei Congressi - “Arteroma 1991”
Weimar, Galerie Goethe Trifft Nina, 1991
Ragusa, Camera di Commercio, 1992
Vittoria, Galleria Il Cavalletto, 1993
Clermont Dell’Oise, Cattedrale di Saint Samson, 1995
Ragusa, Centro Servizi Culturali, 1997
Roma, Galleria Lazzari, 1998
Palermo, Regione Siciliana, Fondazione Federico II, Chiesa dei S. Elena e Costantino, 1998
Modica, Museo Palazzo dei Mercedari, 1999
Ragusa, Palace Hotel Mediterraneo, 2000
Firenze, Studio Fedi Mineo, 2000
Roma, Galleria Giulia, 2000
Messina, Galleria Il Sagittario, 2001
Catania, Museo Emilio Greco, 2001
Napoli, Palazzo Serra di Cassano, 2002
Ragusa, Chiesa Rettoriale del Collegio, 2002
Roma, Performance Studio Ennio Calabria, 2003

COLLETTIVE SINTESI

Ragusa, Galleria La Ruota, 1969
Ragusa, Galleria Ponte 2, 1970
Firenze, Arte incontro La Saletta,1975
Firenze, Mostra Internazionale sulla Resistenza Palazzo dei Congressi, 1976
Pistoia, Museo all’aperto di Castagno di Piteccio, 1977
Milano, Galleria Renzo Cortina, 1978
Paris, Chambre de Commerce Italienne, 1978
Milano, Galleria Schettini, 1980
Mantova, Galleria Civica «Mantova Mantova», 1981
Brescia, Galleria S. Michele, 1982
Milano, Galleria Schettini, 1983
Firenze, Galleria Il Magnifico, 1985
Modica, Biennale Gran Premio Ibla Mediterraneo, 1987
Roma, Galleria Studio 5, 1989
Könl, Art Cologne, 1991
Messina, Mosaico Arte Contemporanea, 1992
Roma, Studio 5, 1992
Könl, Arte cologne, 1992
Messina, Mosaico Arte Contemporanea, 1993
Roma, Palazzo delle Esposizioni Arte Roma Itinerans, 1994
Cortina, Museo Casa delle Regole, 1995
Venezia, Ateneo S. Basso Basilica San Marco, 1995
Spoleto, Rocca dei Perugini, 1995
Orvieto, Chiesa di San Giovanni, 1995
Pescara, Casa Gabriele D’Annunzio, 1995
Stra, Villa Pisani Le Venezie (Il vestito come metafora), 1996
Amburgo, Istituto Italiano di Cultura, 1996
Colonia, Istituto Italiano di Cultura, 1996
Monaco, Istituto Italiano di Cultura, 1996
Francoforte, Istituto Italiano di Cultura, 1996
Treviso, Casa dei Carraresi le Venezie, 1996
Taormina, Palazzo Duca di S. Stefano Mosaico Arte Contemporanea, 1997
Stoccarda, Il vestito come metafora Istituto Italiano di Cultura, 1997
Berlino, Istituto Italiano di Cultura I(l vestito come metafora), 1997
Wolfsburg, Il vestito come metafora, 1997
Dubrovnik, Galleria d’Arte Moderna seconda biennale internazionale, 1997
Messina, Galleria il Sagittario, 1997
Vittoria, Galleria il Cavalletto, 1997
Weimer, Galeria Weimer, 1997
Ragusa, Palazzo della Provincia, 1997
Treviso, Municipio di Villorba “Le Venezie” Giacomo Casanova, Historie de maie, 1998
Zagabria, Istituto Italiano di Cultura, 1998
Roma, Galleria Lazzari, 1999
Wien, “Le Venezie” Giacomo Casanova, Historie de ma vie,Istituto italiano di cultura, 1999
Wien, “Die Dante Alighieri-Gesellschaft Spittal a. d. Drau” Giacomo Casanova, Historie de ma vie, und das Istituto “Le Venezie” Treviso, 1999
Ways-to Weimar, Video clip, invito di Bernard Kauffman Biblioteca Civica Seregno, 1999
Messina Galleria il Sagittario, 2000
Slovenia - Kranj 2000 - Festival Mondiale dell’arte sulla carta,
Roma, Galleria Giulia, Epifania 2001
Messina, Galleria il Sagittario, Scilla e Cariddi, 2001
Palermo, Galleria d'arte moderna Dante, 2001
Ragusa, Centro Leonardo Da Vinci, 2001
Messina, Galleria Il Sagittario, 2002
Roma, Galleria Giulia, 2002
Sulmona, Premio Sulmona, 2002
Treviso, Le Venezie, 2002